apple store

Il graffio

Si sono lette in questi giorni molte polemiche a proposito della MUSICA che si ascolta nei nostri locali.
Polemiche che hanno visto coinvolti sia dee jays, maestri di ballo che semplici ballerini.
Questo a dimostrazione del fatto che, mentre in passato la SALSA era una bandiera che univa tutta la comunità, adesso invece la divide profondamente.
E la divide per due motivi sostanziali:
1°da una parte, noi italiani, abbiamo il torto di vedere tutto sotto la luce del ballo
2°dall’altra soffriamo la mancanza di una vera cultura salsera.

Mi spiego meglio: a Puerto Rico fare il dee jay di salsa è il mestiere più facile del mondo perché tu metti musica per gente che:
1°CONOSCE LA SALSA
2°CONOSCE I CANTANTI E LE ORCHESTRE
3°CONOSCE PERSINO L’ANNO DI USCITA DI UN DETERMINATO BRANO.
E proprio perché la gente respira quella cultura fin dalla culla lì non puoi barare, non puoi mettere brani sconosciuti di improbabili orchestre (tipo l’orchestra peruviana che ha inciso un solo disco che magari hai solo tu) ma devi mettere i brani che hanno fatto la storia della salsa (orientativamente dal 1960 ai giorni nostri)

Qui in Italia è evidente che non c’è assolutamente né una uniformità di pensiero su come debba essere formata una scaletta musicale, né c’è una uniformità di gusti da parte dei salseri che, anzi, spesso e volentieri hanno degli atteggiamenti talmente talebani che prima o poi ci costringeranno ad entrare in pista, ognuno con le proprie cuffiette per poter ballare la musica che più ci aggrada.

About Stefano Bognolo

Titolare Lasestereo latin web radio

Check Also

SALSA GORDA

LA SALSA GORDA

Un articolo di ENZO CONTE La salsa gorda e’ un genere che trova il suo …

Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE